Dove corre l’infinito – Moka

Foto di Moka

 

Da piccola pregavo
di non crescere
perché non volevo la morte
di chi mi ha insegnato la vita,
ma le cime hanno tagliato
chirurgicamente il blu
e il rumore della mattina,
che si muove con l’alba,
morbido attinge agli odori
come sospesi,
lì, m’attende il risveglio:
così la fanciullezza è già passato.
La durezza, la meraviglia
e il sogno sono i primi impulsi,
se ci sei anche tu.
Parole e nuvole,
Volubili e inafferrabili,
Eccole!
Sento le amare tristezze
che mi strappano la gioia,
là dove corre l’infinito,
dove le persone sono trasfigurate.
Il tempo non ha giocato a mio favore,
come la moglie del marinaio è triste
nella solitudine che il mare le restituisce,
a me è stata innestata un’idea:
la Poesia è un mondo
un modo d’essere
la porto sempre con me in uno zaino,
in un angolo di casa,
tra le nubi nere che attendono
d’esser baleno.

Moka

da “Un tempo assente”, Le Mezzelane Casa Editrice, 2019

Un tempo assente – AMAZON
Un tempo assente – IBS
Un tempo assente – Le Mezzelane Casa Editrice

Un commento su “Dove corre l’infinito – Moka

  1. […] Continua a leggere sul sito Poesia in Rete […]

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.