«Porto in salvo dal freddo le parole» – Francesco Scarabicchi

Josef Sudek

L’alba vinceva l’ora mattutina…
(Purgatorio, I, 115)

Porto in salvo dal freddo le parole,
curo l’ombra dell’erba, la coltivo
alla luce notturna delle aiuole,
custodisco la casa dove vivo,
dico piano il tuo nome, lo conservo
per l’inverno che viene, come un lume.

Francesco Scarabicchi

da “Il prato bianco”, Einaudi, Torino, 2017

Un commento su “«Porto in salvo dal freddo le parole» – Francesco Scarabicchi

  1. Valeria Minciullo ha detto:

    Dolcissima. Questo Scarabicchi è da approfondire.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.