Il padiglione sul lago – Wang Wei

Foto di Don Hong-Oai

 

Leggera la barca mi porta
                  incontro all’ospite gentile,
che da gran lontananza
                 viene su per il lago. 
Poi, nella loggia,
                dinanzi a una coppa di vino, 
da ogni lato
                 i fiori di loto si apriranno.

Davanti al balcone,
                  come piú s’increspa
                  la distesa dell’acqua, 
la solitaria luna
                  va errante, senza posa.
Dal fondo della valle
                  sale la voce delle scimmie,
portata dal vento
                 giunge a me nella stanza.

Wang Wei

(Traduzione di Martin Benedikter)

da “Poesie del fiume Wang”, Einaudi, Torino, 1956