Parla il frammento di un vaso – Maria Grazia Calandrone

Foto di James Clancy

 

Piú di cosí non si può essere amati, piú di quando il sole
scava la lente delle bottiglie abbandonate nel bosco come fossero gli occhi di lei
abbassati sul rischio della terra acre. Sopra questa scultura
c’è il frumento del corpo posato. Attraverso la lente del cuore
sorge e scintilla
un fiore immedicabile di grano
perché la rettitudine delle membra posi a terra
il doloroso eccesso della bellezza.

Maria Grazia Calandrone

24 giugno 2008

da “Croci e combinazioni”, in “Maria Grazia Calandrone, Sulla bocca di tutti”, Crocetti Editore, 2010

Un commento su “Parla il frammento di un vaso – Maria Grazia Calandrone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.