«Sceglierei di non aver amato» – Daniele Piccini

Foto di Rui Veiga

 

Sceglierei di non aver amato
per non conoscere il peso dei giorni
lenti, fatti per nulla.
Dal vano delle porte
non appare il miracolo, nel mondo
nessuno mi pretende.
Ecco perché vorrei
non aver mai saputo
cosa cambia nella luce
quando c’è una ragione.
Prego all’ultimo istante
di aver fermato il braccio,
di esser tornato indietro…

Ma cosa conta dire questo o altro,
se tutto è stato scritto con il sangue.

Daniele Piccini

da “E fuori Marta”, in “Terra dei voti”, Crocetti Editore, 2003

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.