Tu passante – Grazia Apisa

Grazia Apisa

 

Io sono l’essere e il sogno è il mio linguaggio

Ho sognato il varco che mi introduceva nell’ignoto 
il varco della profanazione
il varco dell’amore

E ho visto l’onda di luce andare come angelo su New York,
attraversare Atlantic City,
volare nel deserto del Nevada
ai confini del Messico
inoltrarsi nella Valle della Morte
e lì scrivere i nomi del desiderio e del sogno.

Ho udito il suo pensiero parlarmi
nel nome di Giovanni Evangelista
percorrere l’Apocalisse del presente
ritracciare il segno del tempo
dall’Infinito
E apparire il senso di ogni cosa che fu è e sarà
Ho ascoltato nel pensiero di esseri sconosciuti
il canto dell’amore infinito
caduto in un bicchier d’acqua
gettato nella marea degli oceani
e il pianto di bambini appena nati
destinato a morire lentamente
nel rantolio delle voci indistinte
Ho ritrovato nella sua voce profonda la mia
ed ho iniziato a parlare
come neonato un nuovo linguaggio

Ora tu non disperdermi come parola nel vento
poiché tu sei la parola che ora traduco e incarno
Tu passante pensando mi hai prestato il pensiero
ed io te lo ridono nel solo modo in cui tu puoi vederlo
Ma se non ti porrai in ascolto io resterò muta
e la mia voce
con la tua dispersa
vagherà ancora per mille anni e mille
nei cicli e nei ricicli della storia
Però non credere che falsi profeti possano impadronirsene
È il pensiero che anche in loro parlerà
se saprai discernere
dal vortice di parole la parola
dal caos dei fatti l’evento
dall’incalzare dei tempi
il punto momento dell’infinito

Grazia Apisa

da “Parola noi siamo di un unico canto”, ed. Pagine, “collana Perle d’inchiostro”, 2013

Grazia Apisa, Parola noi siamo di un unico canto, Editore Pagine, 2013
Biobibliografia di Grazia Apisa
Si laurea in Pedagogia e Scienze Umane a Parma con Tesi in Filosofia Teoretica: La Poetica e la Razionalizzazione del Mito Amore-Donna in Cesare Pavese. Nel 1969 si trasferisce a Genova, che resterà la sua città di adozione. L’interesse per la poesia e la ricerca filosofica e psicoanalitica contemporanea, e l’esperienza dell’insegnamento la mettono in contatto diretto con il mondo politico degli anni ‘68 – ’80. Sincronico alle esperienze di ricerca sulle metodologie della psicoanalisi e sulle esperienze di Moreno, dei classici Freud, Jung e dei contemporanei Lacan, Lopez, Fornari è l’incontro con il pensiero di Silvia Montefoschi. Molti suoi scritti sia poetici, sia saggistici sono ispirati al dialogo con lei, alla ricerca metodologica che porterà all’individuazione e al riconoscimento del discorso unitario del pensiero, immanente e trascendente a un tempo, nel Soggetto Super-Riflessivo. Alla luce di questa nuova consapevolezza sarà riletta tutta l’esperienza poetica, oltre la dialettica finito-infinito, transeunte-permanente, individuale-universale. La parola verrà a coincidere con il linguaggio stesso dell’essere che già si dice in una nuova dimensione, come l’infinito che avanza e già è.
Nel ‘94 ha pubblicato racconti, favole e poesie: “Il linguaggio dei sogni” con la Nuova Editrice Genovese;  “Stelle d’Igea”, favole ispirate ad un sogno; Scacco matto alla ragione, La strada di San Diego e 11 poesie”; “Ti amo.  Dalla dialettica al dialogo”; “Luce bianca nel sentiero” con la Silver Press.
Con la Golden Press ha pubblicato nel’95 “Senza Traccia”; dal 2007 al 2008 i primi 8 volumi della collana “Il Dialogante”: Il fiore del gelsomino, La strada bianca, Quell’aprile antico, L’infinito e il suo sogno, Nell’attimo eterno, Il Dio di luce, Nella città della luce e del sogno, Mi chiederai di nascere; nel 2009 “L’incontro” e “Luce del silenzio”, nel 2010 “O-sceno Oltre la scena”, “Amore che mi parli”, “Amanti” e “In uno squarcio di silenzio”; nel 2011 “Sei tu e non solo tu” e “Una nuova leggerezza”; nel 2014 “Se un mattino dal mare…”
Altre pubblicazioni
“L’amore e il suo incanto”, 2012; “Versus Vertigine”, Margherita Marchese Scelzi e Grazia Apisa Gloria,  2012, “Parola noi siamo di un unico canto”, ed. Pagine, 2014  (collana Perle d’inchiostro); “Come nuovo alfabeto. La nuova sintassi del sogno, della poesia, del pensiero”,  2015;  “Tra le due e l’alba – solitudine delle parole”,   2016; “L’amore che non ha nome”,  2016; “I giorni del silenzio”;  “La luce dell’alba e il raggio che ci toccò”,  2017, con la partecipazione di Giulio Giannetti per la traduzione in inglese di alcune sue poesie;  “Sopra∞pensiero”, Il terzo nome. L’amore presente l’amore assente”, 2018; “Il volto che più non vidi”,  2018; “Ti ho rivisto in sogno”, 2019; “L’assassino e la ballerina. Mitobiografia di Grazia Apisa”, Golden Press, gennaio 2019.
Ha contribuito al progetto a cura di Baldo Lami “Angelicamente – Il senso dell’angelo nel nostro tempo” con altri 16 autori, Zephyro edizioni (Milano, 2010). Ha pubblicato due sillogi di liriche nei quaderni di letteratura “Angeli e Poeti”,  ed. Miano ed altre sue poesie sono state inserite in varie antologie edite a Genova, (Silver Press e Golden Press), Roma (ed. Pagine) e Milano (ed. Miano). Della sua poetica si parla nella “Storia della Letteratura Italiana – Il II Novecento” (Capitolo V “Nuovi orientamenti del linguaggio poetico”) a cura di Ivo Lovetti, nel “Dizionario degli autori italiani contemporanei” a cura di G. Miano, ed. Guido Miano. Nel volume “Poeti scelti per il Terzo Millennio” è stata pubblicata una monografia su “L’opera di Grazia Apisa Gloria, tra filosofia psicologia e arte” curata da Ferruccio Masci, ed. Miano, Milano, 2008. Nei Quaderni di Poesia e di Studi Letterari “Alcyone 2000”, novembre 2018, è stata pubblicata una sua raccolta di poesie con il titolo Dissolvenze infinite recensita da Enzo Concardi. R.Venturiello e A.Scavo la citano nel “Dizionario dei Poeti”, ed. Pagine.
Grazia Apisa su Spreaker
I suoi scritti e le sue poesie sono anche sul  Blog letterario di Grazia Apisa.
L’autore ha anche un canale YouTube dove legge le proprie poesie.

Un commento su “Tu passante – Grazia Apisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...