«Sii prudente. La tua vita apri…» – Natan Zach

Daniel Schwartz, Mandraki, Nisyros, 1978

 

Sii prudente. La tua vita apri
solo a venti che portano carezza
di lontananza. Sopporta la mancanza, la voce
alza soltanto in notti di solitudine. Sappi
il giorno, il tempo giusto, l’attimo, e non
incalzare. Volgiti a ciò che tace. L’ombra che giace
sotto il guscio di carne sappi benedire, non
nasconderti dentro le parole. Siedi con sapienza
di verme, raziocinio di lombrico. Non aspettare.

Natan Zach

(Traduzione di Ariel Rathaus)

da “Sfavorevole agli addii”, Donzelli Poesia, 1996

3 commenti su “«Sii prudente. La tua vita apri…» – Natan Zach

  1. poetella ha detto:

    Magnifica!
    E profondamente condivisa.

    Piace a 1 persona

  2. alessiagenesis ha detto:

    Questi versi mi riportano ad altri :un “3consigli+1”, di uno sconosciuto scrittore e un più noto “Per quanto puoi…” di Kavafis.Il “volgiti a chi tace “può essere riferito sia al sé più nascosto e persino del tutto ignoto , a volte, sia a qualcuno cui valga la pena rivolgersi , far entrare e penetrare, come il verme in una ciliegia.Scavare,così come nella terra , scavare per conoscere di cosa siamo fatti , scavare nell altro da noi stessi scelto o che ci ha scelti,per riconoscerne le qualità , che siano oro o granito.
    E qui , certamente, mi allontano troppo dal senso più letterale.
    C è una sorta di scarto contenuto in quei due verbi, una contraddizione tra il NON INCALZARE e il NON ASPETTARE, a meno che , quest ultimo,non vada inteso come un invito all agire,bensì nel suo significato quasi opposto , dato da un eliso NIENTE”.
    Mi stupisco sempre di come, ad altri ,riesca perfino quasi semplice da comprendere tanta complessa poesia.Li invidio, benevolmente , e so bene che hanno una marcia in più, data dall impegno e da un pizzico di “talento”, certamente nn inteso nell accezione abusata di questi tempi. A me, invece, si aprono dubbi e impossibilità, da cui il vano tentativo di affidarmi proprio alle parole , quelle in cui si dovrebbe evitare di nascondersi.Penso, allora, al fluire delle parole semplici per bocca di Maria Lai(semplici perché tale diviene la complessità nelle mani di chi sa),che spiega pochi versi di un poeta, come parlando ad un bambino nel limbo, destinato a restarvi se nn aiutato da qualcuno o, peggio ancora,iniziato a ben altre strade,verso troppo infime umane bassezze.
    Benvenga , dunque, talvolta anche una poesia “spiegata”,che ” spiega vele”,forse, nella giusta congiuntura.
    Chiedo venia per il mio vuoto e inutile dilungarmi, ma mi permetto soltanto perché so che nn hai alcuna coercizione,potendo rimuovere il commento,persino ancor prima di leggerlo! Ti sorrido,cara Titti,soffermandomi su questo Cara, che io destesto se rivolto in maniera ipocrita ed estranea, un po’come il” Ma quanto è caro lei”di un racconto di Moravia o, ugualmente, di quei film commedie leggere all italiana di Totò ed altri.

    La poesia di M.Mari,forse già incontrata, è chiara(ovviamente bella) , senza troppe visioni possibili ,se nn il senso di amarezza che ci porta.”Presumere” è un po’una sorta di” se”, e con i SE, in genere, nn si va da nessuna parte.PrESUMERE è colpevole , quasi , diversamente dall IGNORARE. È vero, in sua discolpa, chi presume potrà sempre dire di nn saper fare altro, di non averne la capacità. Ed è un giusto riesame, valida constatazione che scagiona.Eppure , a volte , si sguazza in quella giustificazione , che ci permette di sentire e scrivere come quei “maledetti” che ,da sempre, fingiamo di aver superato, che quasi ci avevano stancati.È solo così che si scrive CERTA poesia?
    A volte vale la pena tentare di non scriverla, tradirla , forse, provando a viverla .

    Riscrivere, a tratti, la propria vita.Anche questa può essere una forma di poesia .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...