«Desideravo vederti» – Giorgio Manganelli

Alfred Cheney Johnston, Drucilla Strain, 1929

 

Desideravo vederti:
desidero la fantasia dei tuoi capelli
a inaugurare grida
di libertà in ore troppo lente; la rivolta
dei tuoi polsi terrestri
che muovono inizi di bandiere,
e accusano l’indugio, la disperazione
cauta, il tempo.
Mi occorre l’urlo d’uno sguardo
ed oltre la violenza del tuo esistere
io esigo il gesto d’un tuo riso.

Giorgio Manganelli

da “Poesie”, Crocetti, Milano, 2006

3 commenti su “«Desideravo vederti» – Giorgio Manganelli

  1. Porpora Blu ha detto:

    Desidero la tua vitalità, desidero il tuo sguardo talmente forte da parermi un urlo. Desidero che tu ci sia per smuovere questa mia vita stantia, fosse anche con una risata, e mi piace talmente che la esigo. Trovo che nella frase “la violenza del tuo esistere” possa intendersi come la forza delle donne, che brandiscono bandiere che vengono dettate spesso dal sentimento più che da accurati piani strategici.
    Dal titolo mi aspettavo una poesia d’amore. E forse lo sarà per una certa misura anche se vi trovo più che altro una sincera ammirazione e non necessariamente di tipo affettivo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...