Sessant’anni dopo – Derek Walcott

John Loengard, Hand of Georgia O’Keeffe

27

Dalla mia sedia a rotelle nella lounge della Virgin a Vieuxfort,
ho visto, seduta sulla sua sedia a rotelle, la sua bellezza
curva come un fiore sgualcito, colei che in quanto
fuoco della mia giovinezza pensavo avrebbe assolto
il suo compito di restare aurea e bella e giovane per sempre,
mentre io invecchiavo. Era vecchia, col triplo mento, il suo sorriso
irresistibile irretito fra le rughe, ma per un istante
ho sentito tornare la febbre mentre, seduti, storpi,
odiavamo il tempo e la falsità dei convenevoli.
Onde minuscole si frangono ancora sul porticciolo di pietra
dove un barcaiolo mi lasciava nella pace arancione
del crepuscolo, mezzo secolo fa, forse più felice
perché eretto, lei timida come un daino, io perseguendo
una consumazione impossibile; chi ci conosceva sapeva
che non saremmo mai stati insieme, quantomeno non in piedi.
Ora i coltelli silenziosi dell’interfono ci trafiggono.

Derek Walcott

(Traduzione di Matteo Campagnoli)

da “Egrette bianche”, Adelphi Edizioni, 2015

∗∗∗

27.

Sixty Years After

In my wheelchair in the Virgin lounge at Vieuxfort,
I saw, sitting in her own wheelchair, her beauty
hunched like a crumpled flower, the one whom I thought
as the fire of my young life would do her duty
to be golden and beautiful and young forever
even as I aged. She was treble-chinned, old, her devastating
smile was netted in wrinkles, but I felt the fever
briefly returning as we sat there, crippled, hating
time and the lie of general pleasantries.
Small waves still break against the small stone pier
where a boatman left me in the orange peace
of dusk, a half-century ago, maybe happier
being erect, she like a deer in her shyness, I stalking
an impossible consummation; those who knew us
knew we would never be together, at least not walking.
Now the silent knives from the intercom went through us.

Derek Walcott

da “White Egrets”, New York: Farrar, Straus & Giroux, 2010

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...