«Gli altri sono troppi, per me» – Mariangela Gualtieri

Foto di Mimmo Jodice

 

Gli altri sono troppi, per me.
Ho un cuore eremita. Sono
impastata di silenzio e di vento.
Sono antica.
Mi pento ogni volta che vado
lontano dal mio stare lento
nelle velocità della sera, nelle auto schizzate
di pianto. Col loro buio abitacolo.
E se sfreccio a volte
sulla modesta moto, è per cantare
a gola stesa l’ultimo del paradiso
fare il mio guizzo pericoloso
con tutto quel vento nel petto
seminare parole beate
nel panorama nervoso.

Mariangela Gualtieri

da “Acqua rotta”, in “Senza polvere senza peso”, Einaudi, Torino, 2006

6 commenti su “«Gli altri sono troppi, per me» – Mariangela Gualtieri

  1. Marco Giuseppe ha detto:

    Molto bella, tristezza e malinconia sciolta nei gorghi della parola

    Piace a 1 persona

  2. nerodavideazzurro ha detto:

    Dipingere uno stato d’animo con le parole: poesia pura.

    Piace a 1 persona

  3. poetella ha detto:

    … ho appena ordinato (stamattina) l’ultimo della Gualtieri, “Le giovani parole”

    …non sto nella pelle per l’attesa!

    Piace a 1 persona

  4. tittideluca ha detto:

    😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...